https://www.duolingo.com/profile/mmseiple

Italian Book Club - Week 1

It's not quite Sunday here, but I wanted to have this up early for the people across the pond. : )

Welcome to the first “meeting” of the Duolingo Italian Book Club! We are reading Scontro di civiltà per un ascensore a piazza Vittorio by Amara Lakhous. You can find information on acquiring the book here: https://forum.duolingo.com/comment/32683253

The objective of the club is to read an Italian book and discuss part of it in Italian once a week. This week we are looking at the first section, “La verità di Parviz Mansoor Samadi.” Discussions will be posted on Sundays, and you can comment whenever you’d like during the week.

The reading can be done in the language of your choice, but let’s try to keep the discussion in Italian as much as possible. If you need to resort to English, that’s okay, but try to come back to Italian if you can. Don’t be afraid if your Italian isn’t perfect or you don’t understand everything; we’re all learners here of one language or another, and we’ve all had to take our first steps in a language. While making those first steps, we fall down, sometimes a lot. And that’s okay—it’s the only way to learn. And hey, even if we make mistakes, we’re writing in a new language, and that’s pretty awesome. : )

So… To get the discussion started: What are your first impressions? What struck you as you read this section? What questions do you have?

And for next week:

I put together a very short survey to help decide how much we want to read for next time: https://www.surveymonkey.com/r/Z97KXG2 Please fill it out, and I’ll post the reading for next week in a few days!

Here are the sections for the next few weeks:

July 14th: Primo ululato + La verità di Benedetta Esposito

July 21st: Secondo ululato + La verità di Iqbal Amir Allah + Terzo ululato

July 28th: La verità di Elisabetta Fabiani + Quarto ululato

They should be more or less the same amount as we had for this week. The next two weeks are divided a little weird, but this should get us to a point where we can be on a schedule of one chapter (La verità... + ululato) per week starting July 28th, which will work better.

July 7, 2019

49 Comments


https://www.duolingo.com/profile/CivisRomanus

Who read the chapter in Italian may find these grammar notes of some interest.


Ho visto una ragazza italiana che divorava una pizza...
The second part of this sentence (che divorava una pizza) can be understood either as a relative clause ("I saw an Italian girl who was devouring a pizza..."), or as a pseudo-relative clause ("I saw an Italian girl devouring a pizza...", for full details see https://forum.duolingo.com/comment/32972470).


...e per poco non vomitavo
Per poco non + verb is a common adverbial expression meaning "almost". It is similar to quasi, but more emphatic, underlining what almost happened (but did not).
It translates literally to "by little (something) did not (happen)". This is why the verb is always negative, unlike in English using "almost" (→ "something almost happened").
This non should not be mistaken for a pleonastic 'non' (see https://www.duolingo.com/comment/22264409).
Since this expression always describes a finished action in the past, either the passato remoto or (more often) the passato prossimo tenses should be used; but a colloquial solution is to use the imperfect or, more informally, the present tense, always referring to a past action:

(Io) non ho visto gli scalini e per poco non sono caduto. [proper] = I didn’t see the steps and I almost fell.
Non ho visto gli scalini e per poco non cadevo. [colloquial] = (same)
Non ho visto gli scalini e per poco non cado. [more informal] = (same)

The passato remoto forces all clauses in the sentence to take this same tense:
Non vidi gli scalini e per poco non caddi. [proper] = I didn’t see the steps and I almost fell.

When either the subject or the direct object are already a topic of conversation (or have been previously mentioned), per poco is usually spoken before the subject:

Per poco un'auto non lo investiva. = A car almost ran him over. ("him" infers that this person is already a conversation topic)

When both the subject or the direct object are introduced in the conversation, per poco is usually spoken after the subject:

Un'auto per poco non investiva un mio amico. = A car almost ran over a friend of mine. (both "a car" and "a friend of mine" are new topics).


Vorrei capire come fanno gli italiani a divorare...
The emphatic construction come fa / fanno (subject) a + (infinitive) translates to "how can (subject + verb)".
It is used for expressing a doubt about an action which is believed to be odd, or difficult, or impossible, or unbearable, etc.
The subject is more often spoken after come fa, but also speaking it before is grammatical.
It can be a true question, i.e. expecting an answer:

Come fanno i pesci a respirare sott’acqua? = How can fish breathe underwater?

but very often it can be a merely rhetorical question:

Come fai a lavorare con questo caldo? = How can you work in this heat?

The speaker can even address the question to him/herself:

Ho dimenticato il portafoglio: adesso come faccio a pagare il conto? = I forgot my wallet – now how can I pay the bill?

It can also be used as an indirect question (which does not take a question mark), as in the novel:

(Io) vorrei capire come fanno gli italiani a divorare... = I would like to understand how Italians can devour..."

(Io) mi domando come fai a lavorare con questo caldo. = I wonder how you can work in this heat.

Beware that come + fare a conveys a rather different shade of meaning from come + potere, despite their translation is more or less identical; using the latter verb sounds as if the speaker was expressing a moral criticism (remember that potere is a modal, and therefore does not require any preposition):

Come fai a dire questo? = How (on what basis) can you say this?

Come puoi dire questo? = How can (how dare) you say this?


...una impressionante quantità di pasta mattina e sera
When mattina and sera are used individually as time adverbs, they both require la, or di, or alla (see Time expressions part I):

La mattina / Alla mattina faccio colazione.
Guardo la televisione solo di sera.

But mattina e sera is a fixed expression, even more emphatic than dalla mattina alla sera (“from morning to evening”), and does not require any preposition nor article:

Quel negozio è aperto mattina e sera. = That shop is open morning and evening / is always open / is open all day.

In some contexts it translates literally:

Applicate il prodotto mattina e sera. = Apply the product morning and evening (i.e. twice a day).


...bisogna evitare di ingoiarlo tutto d’un fiato.
The expression tutto d’un fiato translates literally to "all in one breath". It can be used in figurative sense for describing very swift actions, as if holding one's breath while performing them:

Ho letto il libro tutto d’un fiato. = I read the book all in one breath.

Ha bevuto la birra tutto d'un fiato. = He/She drank the beer all in one breath.


...come gli spaghetti e compagnia bella...

E compagnia bella. = And the like / And whatnot / And stuff.
It is similar to eccetera, or e così via, but slightly more emphatic.

Gli operai hanno lasciato qui gli attrezzi, i materiali e compagnia bella. = The workmen left here the tools, the materials and stuff.


...vi basti sapere che Amedeo conosce l'italiano...

Ti / Vi basti sapere che… = It’s enough to say that… (literally: "It’s enough for you to know that…")
This emphatic expression underlines something indicative of a more general statement or conclusion (which has already been spoken, or can be understood):

Ti basti sapere che in questo bar ho pagato un caffè al tavolo cinque euro. = It’s enough to say that in this café I paid five euros for a coffee at the table. (conclusion→ this café rips off customers)

When speaking to two or more people, Vi basti sapere che…


Poi mica è colpa mia se gli italiani...
Mica is a negative word that can be added after non + verb or, alternatively, it can replace non before the verb. In either case it sounds more emphatic than non alone:

Poi mica è colpa mia se gli italiani... = And it is not my fault if Italians... (→ I'm not to blame)
Poi non è mica colpa mia se gli italiani... = (same)

Mica siamo miliardari. = We are not billionaires (→ it’s way off our budget)
Non siamo mica miliardari. = (same)

If the tense is compound, mica is spoken more often between the auxiliary and the past participle, but it can be spoken after both:

Mica l'ho comprato io. = I did not buy it. (→ someone else did)
Non l'ho mica comprato io. = (same)
Non l'ho comprato mica io. = (same)


Non c’è dubbio che sia rimasta delusa...

Non c’è dubbio che + subjunctive mood = There is no doubt that…
This expression triggers the subjunctive mood (che sia...) despite “there is no doubt” infers absolute certainty (subjunctive is commonly used for inferring a certain degree of uncertainty). Similar expressions follow the same rule:

È indubbio che… + subjunctive mood
È fuor di dubbio che… + subjunctive mood


Non ho mai visto in vita mia...
In vita mia is a short alternative variant of in tutta la mia vita, which translates more literally the English expression "in my whole life":

In tutta la mia vita (io) non ho mai visto... = In my whole life I have never seen...
In vita mia (io) non ho mai visto... = (same)

The short form in vita mia can be also spoken after the verb, for a stronger emphasis:

(Io) non ho mai visto in vita mia... = Never in my life I have seen...


È l’unico spazio che dia tranquillità…
This is a typical sentence in which the subordinate clause (a relative clause introduced by che) can take either the present indicative or the present subjunctive, which are therefore both grammatical; this slightly affects the meaning that the speaker wishes to convey:

È l’unico spazio che = It is the only space that (actually) gives…
È l’unico spazio che dia = It is the only space that can give... / may give…


... prende il Tuttocittà
Tuttocittà used to be a city atlas given free of charge together with the Yellow Pages directory since the mid 1980s (in the pre-smartphone, pre-GPS receiver era). Small cities had it included in the directory itself (i.e. the last pages of the book), while for large cities it was a separate publication, which most people kept in the car’s glove compartment, or carried along when going somewhere in an unfamiliar district. The printed atlas was discontinued in 2014, and Tuttocittà has now its own website (https://www.tuttocitta.it/).


Mi riesce difficile accettare…
In this expression, the verb riuscire means “to turn out”, “to find” (rather than “to succeed”, which is its more formal and common meaning):

Mi riesce difficile. = I find it difficult. (literally: “It turns out difficult for me / to me”)

It takes two different contructions, either with da if whatever turns out difficult is a subject:

Questa regola mi riesce difficile da capire. = (literally) This rule turns out difficult to understand to me. (“this rule” is the subject → da is required before the infinitive)

I peperoni riescono difficili da digerire a molte persone. = (literally) Peppers turn out difficult to digest to many people. (“Peppers” is the subject → da is required before the infinitive)

or without da if whatever turns out difficult is an object:

Mi riesce difficile capire questa regola. = (literally) To me, understanding this rule turns out difficult. (rephrased →) I find it difficult to understand this rule. (“this rule" is the direct object of the subordinate clause "to understand this rule" → no da is required before the infinitive)

A molte persone riesce difficile digerire i peperoni. = (literally) To many people digesting peppers turns out difficult. (rephrased →) Many people find it difficult to digest peppers. (“Peppers” is the direct object → no da is required before the infinitive)

In the second variant, the subject of the sentence is a whole nominal clause (a subjective clause), capire questa regola, and digerire i peperoni, respectively; it could also be spoken before the verb:

Capire questa regola mi riesce difficile.

Digerire i peperoni riesce difficile a molte persone.
alternatively:
Digerire i peperoni a molte persone riesce difficile.

Remember that the last part of the sentence is usually slightly emphasised, so how the sentence is arranged helps to fine-tune the message.


Troverò la corda ad aspettarmi.
In this sentence ad aspettarmi is another pseudo-relative clause (see https://forum.duolingo.com/comment/32972470):

Troverò la corda che mi aspetta. [explicit form] = I’ll find the rope waiting for me.
Troverò la corda ad aspettarmi. [implicit form] = (same)

Remember that aspettare (“to wait for”) in Italian is a transitive verb, so it takes a direct object (in Italian you wait someone or something). Here mi is a direct object clitic pronoun.


Mi hanno preso per un truffatore…
The literal translation of prendere per... would be: “to mistake for…”, but the emphatic meaning is “to think (someone/something) is...” (but is actually not):

(Loro) mi hanno preso per un truffatore e un bugiardo. = They think I'm a swindler and a lier.
Mi hai preso per un idiota? = Do you think I’m an idiot?
Ci hanno presi per principianti. = They think we are rookies.
L’hai presa per una gara? = Do you think it / this is a competition?


Non mi è mai passato per la testa di lasciare l'Iran

Non mi è mai passato per la testa di... + infinitive = I have never ever thought of …-ing (literally: “it has never crossed my head”)
This idiom, as well as the longer Non mi è mai passato per l’anticamera del cervello (“it has never crossed my brain’s antechamber”), means that the person has never had the slightest intention to do something.
The clitic pronoun is an indirect object pronoun, because testa is a body part, so the English possessive in Italian turns into an indirect object: “it has never crossed the head to me”.

Non mi è mai passato per la testa di trasferirmi all'estero. = I have never ever thought of moving abroad.

Non gli era mai passato per la testa di provare ad aggiustare il motore da solo. = He had never ever thought of trying to fix the engine by himself.

The expression can be made even more emphatic by adding lontanamente, or nemmeno (neppure, neanche).

Non mi è mai lontanamente passato per la testa di trasferirmi all'estero. = I have never ever thought of moving abroad.

Non gli era mai neppure passato per la testa di provare ad aggiustare il motore da solo. = He had never even thought of trying to fix the engine by himself.

Mai is used when speaking of the past, but speaking of a present action it is dropped:

Non mi passa lontanamente per la testa di trasferirmi all'estero. = I can't even think of moving abroad.

Non gli passa nemmeno per la testa di provare ad aggiustare il motore da solo. = He can’t even think of trying to fix the engine by himself.


...per convincermi a ritornare sui miei passi...

Tornare / Ritornare sui miei passi. = literally, "to retrace my steps", but more often in figurative sense “to change idea” (about something), "to reconsider a previous thought".
The possessive adjective must be consistent with the subject of the first clause:

Paolo voleva vendere la casa, ma è tornato sui suoi passi. = Paul wanted to sell the (his) house, but he changed idea.

(Noi) volevamo licenziarci, poi siamo tornati sui nostri passi. = We wanted to quit our job, then we changed idea.


Che c’entra Amedeo con quel delinquente?

Che c'entra...? = (literally) What does ... have to do with it?
C’entra (locative pronoun ci + entra) means literally “what fits in there?”, meaning how does someone/something relate or what has someone/something to do with what has been previously mentioned. It is also used with an even broader meaning, that is to criticize a remark which is deemed not consistent with the main topic of conversation. So the context is very important.
The verb must be inflected according to the subject:

Che c’entri tu con questa faccenda? = What have you to do with this business? / What does this business have to do with you?

Che c’entravano i suoi amici con la nostra festa? = What had his/her friends to do with our party?

Il concerto è stato cancellato. – Per il maltempo? – Che c’entra? Perché il cantante è malato. = The concert has been cancelled. – Because of the bad weather? – Of course not, because the singer is ill.

Sometimes che c’entra is used without a question mark, as an interjection:

Che c’entra! Perché il cantante è malato.

To make the expression sound stronger, emphatic words such as diamine, diavolo, caspita, accidenti (and others) can be added after che, but bear in mind that they may sound improper or rude in a formal context:

Che diamine c’entra?
Che caspita c’entra?
Che accidenti c’entra?


Ma lasciamo perdere il cattivo trattamento...
This expression can be used by the speaker addressing the listener (second person, imperative mood):

Lascia perdere.... = Forget about... / Disregard... / Don’t mention...

Lascia perdere. = Forget about it. / Disregard it. / Don’t mention it.

or addressing both the listener and him/herself (first person plural, imperative mood):

Lasciamo perdere... = Let’s not mention...

Lasciamo perdere. = Let’s not mention it.

Spoken in the second person of the imperative mood, it can take several meanings:

“Forget about it”, speaking of something which is deemed to be impossible, too hard, too risky, etc.:

Lascia perdere, non puoi battere il campione. = Forget about it, you can’t beat the champion.

“Disregard it”, speaking of something which is no longer important:

Lascia perdere, non ci serve più. = Disregard it, we no longer need it.

“Don’t mention it”, as a rather informal reply when being thanked for something.

Non so come ringraziarti! – Lascia perdere. = I'm so grateful to you! – Don't mention it.

Instead, when used in the first plural person (lasciamo perdere) it means “Let’s better not mention it”, speaking of a thorny problem, or some issue that the speaker prefers to avoid:

Quest’anno le tasse sono aumentate. – Lasciamo perdere! = This year the taxes have risen. – Let’s better not mention it!

Alternatively, instead of perdere also the verb stare can be used with an identical meaning (lascia stare, lasciamo stare, etc.).

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/zseech

Questo è così utile, Civis. Grazie mille. No, duemila!

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/Algarve11

(Tremille) grazie. :)

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/zar4er

Here's ten lingots for this awesome post. Wanted to give you a lot more, but I don't know how to and I wouldn't click hundreds of times on a button.

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/Linda7Italian

CivisRomanus - hmm, incommensurabile:-)

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/BillRuppert

Wow.

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/zseech

I miei primi commenti sono questi: 1. Mi piace che, anche se ho bisogno di cercare il significato di molte parole, la struttura delle frasi mi sembra piuttosto semplice. Quindi il libro è abbastanza facile da leggere. 2. I personaggi e il libro stesso sono interessanti. Mi piace la storia. 3. Sebbene il libro è una finzione, penso di imparare qualcosa sulle dinamiche sociali di un'italia multiculturale. ---Zaccaria

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/mmseiple

Qual era la tua parte preferita di questa sezione, zseech?

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/zseech

`E difficile rispondere. Non posso indicare una parte separata dalle altre. Su un argomento un po' diverso, vorrei dirvi questo: Sarò a Roma all'inizio di settembre, e ho l'intenzione di visitare Piazza Vittorio. Penso che sarebbe una buona idea leggere un capitolo di questo libro lì nella piazza. Potrò "vedere" tutti i personaggi intorno a me! (Forse darò da mangiare ai piccioni!)

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/Linda7Italian

Zseech. Che buon'idea! Buon viaggio a settembre!

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/zseech

Grazie, Linda! Andrò di nuovo al Sud dopo essere arrivato a Roma.

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/mmseiple

Che bello! Puoi andare anche a piazza di Santa Maria Maggiore (è lì vicino) e cercare Parviz e i piccioni! : )

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/zseech

Di sicuro lo farò!

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/Linda7Italian

Zseech. Portucket Piccione dal sud dell'Inghilterra ha già inviato un messaggio ai piccioni a Roma, così riceverai una raffica di benvenuto:-)

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/zseech

Linda, mi fai sorridere! Quando sto a Roma e vedo e sento questa raffica, non avrò dubbio che questo è il messaggio che mi hai mandato! (e anche lì sorriderò!)

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/MT.italy

...così riceverai una raffica di benvenuto.

Zseech, non vorrei essere nei tuoi panni!
:-D :-D

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/zseech

Ah, una raffica non è solo un "flurry" ma anche un "burst"! Haha! In realtà, mi è quasi capitato lo scorso ottobre a San Gimignano. Vedremo quanto sono veloce! Almeno posso ora anticiparlo.

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/Algarve11

Una bellissima idea, zseech! Buon viaggio e buona fortuna a te.

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/zseech

Grazie, Algarve! Partirò dalla California il 4 settembre e tornerò il 26. Chissà quali avventure mi attendono?

July 9, 2019

https://www.duolingo.com/profile/zseech

Davvero, Algarve! Vi dirò tutto a riguardo.

July 9, 2019

https://www.duolingo.com/profile/Algarve11

Spero che tu abbia molte avventure. In questo caso avrai molto da dire nel Club!

July 9, 2019

https://www.duolingo.com/profile/E.T.Gregor

Mi ha piaciuto questo primo capitolo e sarà un po' difficile solo leggere un capitolo alla settimana...

Ho trovato interessante di vedere i cambi frequenti del morale. Inizia con quella tirata sulla pizza, piuttosto umoristica, per poi discutere nazionalismo e razzismo più gravemente. E continua così. Ma non risulta disgiunto, il cambio è fluido. Questa maniera di unire umorismo e gravità mi piace molto.

Tutto sommato, mi ha abbastanza appasionato che sono impaziente di vedere come continua e non vedo l'ora di leggere il prossimo capitolo.

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/mmseiple

Anche per me è difficile resistere alla tentazione di continuare a leggere se un libro mi piace (questo per fortuna l'ho già letto). : )

Sì, è molto interessante questo modo di presentare problemi gravi senza che il libro risulti pesante e anche senza togliergli importanza. Dev'essere molto difficile mantenere questo equilibrio tra la comicità e la tragedia. Perché Parviz, per quanto divertente, è anche una figura piuttosto tragica; in fondo è uno che ha lasciato tutto e teme la morte se deve tornare nel suo paese. Quando si cuce la bocca in protesta è straziante, povero Parviz. : (

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/Linda7Italian

Ciao Mmseiple e tutti! Mi sto davvero godendo questo libro e già mi piacciono gli onorevoli Parviz, il suo eroe Amedeo e i personaggi coinvolti. È una storia di grande contrasto nella cultura, nella lingua e nella lealtà e trovo Parviz allo stesso tempo maestoso e ingenuo. C'è commedia e pathos: per molte ragioni ho trovato la sua devozione e il suo credo nei piccioni molto commoventi e ho avuto un bel groppo alla gola. Mi sto davvero godendo la disciplina e il divertimento offerti dal nostro club del libro. Non vedo l'ora di leggere di più; e grazie a CivisRomanus e PaolodiBello per le spiegazioni. Ciao tutti:-)

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/mmseiple

Sì, è difficile non affezionarsi di Parviz con il suo amore per i piccioni. : ) Lakhous è bravissimo a usare tanti piccoli particolari per rappresentare i suoi personaggi - posso proprio immaginare Parviz intento a lottare contro tutte le ingiustizie del mondo, dalla pizza in metropolitana ai permessi di soggiorno negati.

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/Linda7Italian

Mmseiple. (Una piccola storia). Gli uccelli sono spirituali. Il mio cockatiel si chiamava Frank o Franco, è sempre volato da mia madre con cui ho avuto una relazione molto difficile. Le ha scritto una storia (le mie parole ovviamente), e gli ha scritto. È stata stabilita un'intesa tra madre e figlia e la vita è diventata più facile. Lui, Franco, era insostituibile, lui aveva una saggezza oltre la nostra.

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/Charon548958

Mi piace molto questa storia. Sembra che è uno dicotomia tra ciò che ogni personaggio crede e cio che la realtà è davvero. Credo che Amedeo simbilizzerà la fallacia di giudicare qualcuno soltanto delle superficiali - è bello, bene parlante, gentile - dunque lui è una buonissima persona. Non è necessario guardare più a fondo. Mi piace lo stile di scrivere. È facile a comprendre. Posso leggere un intero paragrafo con comprensione, piutosto che frase per frase o parola per parola. Grazie per le note grammatica.

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/mmseiple

Sì, mi ha colpito il fatto che ogni capitolo si intitola “La verità di...” Cioè, ognuno ha una sua verità, diversa da quella degli altri. E quello che vediamo di Amedeo è quello che vedono gli altri... Chi è veramente?

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/maria2s

"La verità" è anche il tema delle citazioni di Donkol e Sciascia prima del capitolo uno. Forse lo scrittore ci dice che la verità è un argomento importante del libro.

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/CivisRomanus

Il concetto delle tante verità a confronto si ritrova in diversi autori, ad esempio è un tema centrale in Luigi Pirandello.
Ma al cinema l'esempio più famoso è Rashomon di Akira Kurosawa. :-)

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/mmseiple

Sì, infatti scrivendo quel commento ho pensato a Uno, nessuno e centomila di Pirandello!

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/mmseiple

How is it Wednesday already?? I updated the original post with readings for the next few weeks. Let me know if that is okay for everyone. According to the survey, everyone was okay with the same amount of reading (and a couple asked for more), so hopefully this works!

July 11, 2019

https://www.duolingo.com/profile/CivisRomanus

My notes for the next section are almost ready. :-)

July 11, 2019

https://www.duolingo.com/profile/Algarve11

Ciao @mmseiple!

Prima di tutto, grazie mille per il fatto che hai creato questo club e per aver scelto questo libro: mi piace moltissimo, anche se sto ancora leggendo solo in inglese.

Mi piace in particolare lo stile delle chatter in cui questo capitolo è stato scritto. Parviz, il narratore, diventa a volte divertente e a volte molto toccante... Mi sono già affezionata a lui, sento che è una persona gentile.

È interessante notare che nel primo capitolo Amedeo diventa un personaggio brillante, anche se non appare lì personalmente. Così come Benedetta ("Blessed"? Perché questo nome?). Pertanto, sono interessato a sapere cosa succederà dopo.

Ho solo una domanda: la parola "Guaglio" è veramente usata? Il mio dizionario non la conosce.

Bene, spero che il mio italiano sia un po 'comprensibile e che non sia troppo stufo di te. A presto!

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/E.T.Gregor

"Benedetta" è un nome commune in italiano. È la forma feminile di "Benedetto", "Benedict" in inglese. Ma sì, significa "blessed".

Sarebbe interessante sentire l'opinione di un napoletano su "Guaglio", perché io l'ho solo trovato come abbreviazione di "guaglione", significando "ragazzo". Ho guardato e nel mio dizionario italiano sul kindle e in alcuni dizionari di napoletano su internet.

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/CivisRomanus

Probabilmente Benedetta si sta burlando di Parviz quando gli dice che guaglio' significa... un'altra cosa.
Essendo napoletana, sa benissimo cosa significa guaglione. Si usa anche in altre zone della stessa area linguistica: Abruzzo meridionale, Cilento, Puglia (uagnone), Calabria (guajuni).

P.S. - la forma tronca guaglio'  è vocativa: serve solo per chiamare o per apostrofare qualcuno:
Guaglio', aro' vaie? = Ragazzo, dove vai?
Vien' accà guaglio'. = Vieni qui ragazzo.

In qualsiasi altro caso si usa guaglione (per intero):
Nu guaglione ca fatica bbuon'. = Un ragazzo che lavora bene.
Sì nu bravo guaglione. = Sei un bravo ragazzo.

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/Algarve11

Mille grazie E.T.Gregor, PaoloDiBello e CivisRomanus! Tutto è molto utile e ora capisco.

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/mmseiple

Sì, credo che i napoletani si stiano burlando di Parviz. Parviz dice che gliel'hanno detto quelli con cui lavora, e secondo me la povera Benedetta non ci capisce niente. I malintesi fra Parviz e Benedetta sono divertentissimi - poi vedremo la versione di Benedetta nel prossimo capitolo. : )

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/PaoloDiBello

Sì, sono napoletano e posso confermare che significa ragazzo.

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/mmseiple

Ci sono tante cose da dire su questo capitolo, ma mi limito a un paio di domande per voi:

Si sa che questo è una specie di interrogatorio. Mi chiedo se Parviz parli di tanti argomenti tangenziali per prendere tempo o per non rispondere alle domande. Noto che dà un'immagine molto comprensiva del carattere di Amedeo, ma pochissime informazioni utili alle indagini (e i poliziotti si stanno impazientendo). Voi che ne pensate?

E un'altra domanda: Secondo voi, perché c'è quest'insistenza per sapere se Amedeo è italiano o no? E perché non vuole rispondere Parviz?

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/Linda7Italian

Mmseiple. Due domande. Il mistero, secondo me, è Amedeo. Forse Parviz sa più di quanto pensiamo, e forse Amedeo non è il tipo italiano che immaginiamo. Forse la polizia sa anche più di quanto pensiamo...

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/CivisRomanus

Voi che ne pensate?

Io non posso rispondere perché ho già finito il libro e vorrei evitare di fare (seppure involontariamente) qualche spoilerone! :-D

Parviz è descritto come un classico immigrato che stenta a integrarsi: ha giustamente nostalgia della sua famiglia e del suo paese, da cui è fuggito per non meglio precisati motivi politici (là lo aspetta una corda!); non si adatta alla cucina italiana e rimpiange sempre quella iraniana; ha problemi di vario genere con tutti, di lingua, di lavoro, ecc.; non ha una casa perché abita in un centro di accoglienza; è incompreso perché tutti tranne Amedeo pensano malissimo di lui. E come unico sfogo alla sua depressione beve Chianti (è un musulmano non molto osservante), fino all'episodio terribile in cui si cuce la bocca, metafora di un'assoluta chiusura verso il mondo che lo circonda, un'incomunicabilità da cui solo Amedeo riesce a farlo uscire.

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/maria2s

1 Se Amedeo non è italiano forse non ha i diritti che ha un cittadino italiano. Può darsi che la polizia cacciarlo via dal paese, anche se non abbia fatto niente. Parviz dice che Amadeo è il suo unico amico e non vuole stare a Roma senza di lui. Parviz non vuole dannegiarlo. 2 Parviz dice che è una domanda inutile, perché cosa vuol dire essere italiano? Un cittadino italiano è una persona nata in Italia, che parla bene l'italiano, che ha un passaporto italiano, che risiede in Italia, che ha un nome italiano? Lo scrittore vuole sottolineare che l'essere umano è la cosa importante e non l'accidente di luogo di nascità. Secondo me, con tutta l'immigrazione in molti paesi del mondo, lo scrittore vuole che pensiamo bene come dovremmo accogliere l'immigrante.

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/mmseiple

Sì, forse! Secondo me quelli che fanno le domande a Parviz vogliono fare entrare Amedeo in un certo stereotipo, vogliono "classificarlo" in un certo senso, ma risulta difficile appunto perché è un essere umano complesso. Mi sembra che Lakhous giochi molto con gli stereotipi: italiani, stranieri, ecc. Non a caso il libro comincia con una descrizione degli italiani "pizzadipendenti". : )

July 7, 2019

https://www.duolingo.com/profile/CivisRomanus

Gli stereotipi sono sempre alla base delle incomprensioni perché si fondano su un falso sillogismo.
Ad esempio:
- Civis è romano;
- Civis è pigro;
- I romani sono pigri ("La verità di Antonio Marini").
Questo non è sempre falso, ma non è neppure sempre vero. :-D

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/mmseiple

Ahahah, se tu che scrivi trattati di grammatica per divertirti sei pigro, non c’è speranza per il resto dell’umanità! : )

July 8, 2019

https://www.duolingo.com/profile/E.T.Gregor

"I romani sono pigri" è uno stereotipo commune in Italia? Chiedo perché è possibile che l'ho già visto in una scenetta e che l'ho frainteso...

July 9, 2019

https://www.duolingo.com/profile/CivisRomanus

È comunissimo. Infatti ci ho messo un giorno a rispondere. :-D
Più in generale, è uno stereotipo che riguarda tutti i meridionali.
Ma chi sono i meridionali? Dove comincia il meridione?
In un vecchio film molto conosciuto c'è una breve battuta che fa capire bene questo concetto. Un romano chiede a un gruppo di militari: "Siete del nord?" e loro rispondono: "No, no... siamo di Aosta". :-D

July 11, 2019

https://www.duolingo.com/profile/mmseiple

Discussion is up for week 2!: https://forum.duolingo.com/comment/33117481 (Sorry, we're on American time this week.)

July 14, 2019
Learn Italian in just 5 minutes a day. For free.