1. Forum
  2. >
  3. Argomento: English
  4. >
  5. "They would have considered a…

"They would have considered a different job."

Traduzione:Avrebbero considerato un lavoro diverso.

October 3, 2013

16 commenti


https://www.duolingo.com/profile/bergalo

Io avrei tradotto Avrebbero preso in considerazione un lavoro diverso


https://www.duolingo.com/profile/Thoughtdiva

Questo ha lo stesso signficato ma una forma grammaticale leggermente diversa. In inglese sarebbe "They would have taken a different job into consideration". Con Duolingo è sempre meglio scrivere una traduzione molto vicino.


https://www.duolingo.com/profile/marco.marc11

Ma non ci credo che chiunque senza ascoltare la versione moviola possa percepire 'a' anzichè 'the'.


https://www.duolingo.com/profile/moreno174

effettivamente parla veloce


https://www.duolingo.com/profile/stemod77

si anche io l'ho notato


https://www.duolingo.com/profile/artemisis1

io capisco addirittura that different job


https://www.duolingo.com/profile/Thoughtdiva

ha ha, quest'audio suona come "different dog". Ho sbagliato (e l'ho segnalato!)


https://www.duolingo.com/profile/1beppe

mi da come errore " un diverso lavoro ": non mi sembra scorretto !


https://www.duolingo.com/profile/1beppe

mi da come errore ..." un lavoro diverso " e come corretto "un diverso lavoro", sinceramente non capisco la differenza: se il concetto è identico, e la forma grammaticale è corretta, la traduzione rispecchia soltanto il modo di parlare / scrivere della persona: quindi non dovrebbe darlo come errore. onestamente è molto frustrante


https://www.duolingo.com/profile/Thoughtdiva

È solo perché DL non pensa a tutte le risposte giuste... l'hai segnalato, immagino...?


https://www.duolingo.com/profile/1beppe

Scusa se riprendo l'argomento dopo 7 anni, ma a seguito di un recente intervento, ritengo opportuno intervenire. Mi riconosco in "quelle molte persone in genere (?) che pensano di poter parlare come gli capita in ital..... NON sanno/vogliono accettare che esistano anche nella gramm.ital...... (!)". Al proposito ho consultato quello che per noi italiani è il punto di riferimento ufficiale della lingua italiana: l'Accademia della Crusca. Ho trovato questo link - https://accademiadellacrusca.it/it/consulenza/sulla-posizione-dellaggettivo-qualificativo-in-italiano/92. Vorrei solo sottolineare alcuni punti che riporto dalla fonte: 1)" La struttura della frase in italiano prevede", (prevedere non è una regola) che gli aggettivi seguano "gli elementi a cui si riferiscono". 2) "Quest'ordine naturale è spesso modificato" (ordine naturale, quindi non regola) "per cui sono ricorrenti, e del tutto corrette situazioni in cui "il predicato verbale è anticipato" per motivi stilistici, a parte i casi in cui "gli aggettivi che prevedono la reggenza di un complemento la posizione è obbligatoriamente postnominale", questa si è una regola (un cane fedele). 3) Per gli aggettivi che esprimono lo stile del parlante, la mobilità aumenta 4)Tanto più un aggettivo risulta prevedibile. rispetto a un nome ( lavoro diverso o diverso lavoro) tanto più potrà essere frequente le posizione prenominale (quindi non solo non esiste una regola che pone l'aggettivo dopo il nome, ma addirittura in casi come quello della frase in questione, va posto prima). 5) Si può considerare "diverso" come "aggettivo qualificativo suscettibile di intervento qualificativo da parte del parlante", cioè lo si può porre prima o dopo il nome senza commettere alcun errore, esattamente il contrario di quanto altrove affermato. Ciò che volevo dire sette anni fa, e che ribadisco, era che DL dovrebbe accettare entrambe le risposte.

Mi scuso per il lungo post, ma volevo chiarire senza utilizzare tutta una serie di maiuscole, puntini, punti esclamativi, corsivi, virgolette e etichette di ignoranza dispensate a destra e a manca, a torto o a ragione: (esiste una cosa che si chiama netiquette anche se per fortuna solo pochissimi non la vogliono/sanno rispettare).

Le virgolette da me poste riportano brani dell'articolo dell'Accademia della Crusca.


https://www.duolingo.com/profile/LucaMazza5

Ciao Beppe! Hai ragione: non è una regola, ma l'italiano è una lingua estremamente complessa e Duo è un software che per quanto (nonostante ciò che pensano in molti) sofisticato, non può prendere in considerazione tutte le varianti accettabili, in modo particolare riguardo gli aggettivi... La posizione prenominale alle volte (solo alle volte) devia dal significato originale, motivo per il quale trovo ragionevole che (a parte alcune specifiche eccezioni tipo bella donna) duo non accetti mai la posizione prenominale. Teniamo conto che non è un corso di scrittura, ma di lingua, formare frasi eleganti in italiano è una cosa che non compete a Duolingo... e neanche in inglese mi risulta (e questo invece un po' mi dispiace, ma capisco). Ma propone un linguaggio e un vocabolario da bambini... motivo per il quale ignora anche termini tipo "vi (sono), occorrere, abbisognare" etc (la lista è lunghissima). Se ci si attiene a un vocabolario e ad una sintassi "infantile" le traduzioni le accetta praticamente sempre. Io seguo pedestremente questo mio consiglio (ahaha!!) e non ho (quasi) mai avuto sorprese... giusto solo quando pretende il soggetto che invece vuole che si ometta sempre.

https://forum.duolingo.com/comment/42256568


https://www.duolingo.com/profile/1beppe

Ciao Luca, scusa se riprendo l'argomento ma vorrei precisare meglio la questione della posizione dell'aggettivo. Quanto tu correttamente dici mostra due aspetti: non è assolutamente una regola la posizione dell'aggettivo rispetto al nome ed inoltre che DL non può considerare tutte le vaianti possibili della lingua iitaliana. Perfettamente d'accordo. Quindi la posizione pronominale è corretta in italiano: e per me il discorso è chiuso, solo che dopo 7 anni qualcuno ha voluto intervenire sul mio post di allora, affermando che invece esiste una regola che prevede solo la posizione postnominale, regola che successivamente viene definita non rigida. Ma cosa significa non rigida ? Una regola è tale perchè va sempre rispettata, come per esempio nel caso in cui per gli aggettivi che prevedono la reggenza di un complemento, la posizione deve sempre essere postnominale. Per tutti gli altri casi non esiste una regola. Dici bene quando affermi che questo è un corso di lingua non di scrittura (tanto meno di italiano). Le mie opinioni si basano su quanto riscontrato presso l'Accademia della crusca nel link in precedenza riportato. Quindi il problema non è con DL, ma con chi sostiene essere sbagliato quanto afferma l'Accademia: tale atteggiamento può essere definito "information bias" (https://www.nature.com/articles/s41593-019-0549-2 ) Ho appena ricevuto nuove e-mail con delle elucubrazioni (meditazioni o elaborazioni condotte con meticolosità) che dovrebbero giustificare l'opposto di quanto dice l'Accademia: per decidere dove porre "diverso" si dovrebbero preventivamente valutare una serie di aspetti (quantità del nome, funzione descrittiva/esornativa o distintiva/restrittiva) che ovviamente non fanno parte del normale lessico quotidiano. Almeno adesso non si parla più di regole, ma di fantasie linguistiche per un corso di lingua, certamente non configurato per questo. Continuerò ad esercitarmi tenendo conto delle effettive finalità del corso, cosa che consiglio vivamente a tutti quanti usano il programma per apprendere e non per narcisistici fini di autocompiacimento.


https://www.duolingo.com/profile/Marilisa237528

Il "loro" come soggetto non è errore, ma me lo ha dato sbagliato È una cioffeca di gioco


https://www.duolingo.com/profile/PasqualeG2

traduzioni sgrammaticate giusto per non sentire errore.

Impara inglese in soli 5 minuti al giorno. Gratis.